domenica 29 maggio 2011

Pan di spagna...questo sconosciuto!

Mettetevi comode perchè è un post un pò lunghetto!

Questo fine settimana ho fatto esperimenti in cucina! non sono molto appassionata, ma ogni tanto mi vien voglia di pasticciare un pò... pasticciare mi sa che è proprio la parola giusta, mi rendo conto che cucinare non fa proprio per me, ma le sfide mi piacciono e il "Pan di Spagna" senza lievito è tra quelle cose che non mi sono mai riuscite!

Ma come??? penseranno le brave cuoche... ma se è la base più semplice per fare dolci!!! già già forse per voi!!! intanto provate un pò a cercare su internet... ci sono non so quante ricette per il pan di spagna e ognuna ha ingredienti in misura diversa, una cosa ho capito: che bisogna montare molto bene le uova con lo zucchero, non meno di 20 minuti con il frullino elettrico! ...questo pare sia il segreto per la riuscita della lievitazione anche senza usare il lievito.
Altra cosa: non aprire assolutamente lo sportello del forno prima della fine della cottura, figuriamoci... non ho aperto nemmeno lo sportello della cucina per non creare sbalzi ;-) ... però per essere sicuri che la torta sia perfettamente cotta bisogna fare la prova stecchino... ma daiiii!!! se non devo aprire lo sportello!!!... altro consiglio che ho trovato è quello di preparare il pds il giorno prima, così avrà tempo di raffreddare per bene e si taglierà più facilmente.

Allora sabato pomeriggio mi son messa in cucina e via con la mia prova. Dopo aver montato uova e zucchero ecco un altro passaggio cruciale... l'aggiunta della farina e della fecola usando il setaccio e mescolando dall'alto verso il basso per non smontare le uova... aiutoooo!
Comunque fatto l'impasto, dopo 20 minuti nel forno la mia torta era raddoppiata... wow... mai successo! poi (e qui se qualche esperta mi vuole consigliare...) continuando la cottura la torta si è abbassata (giuro che non ho aperto niente)... come mai? però sono soddisfatta ugualmente, ho ottenuto una base bella soffice e sufficientemente alta da poter essere divisa in due dischi, il prossimo obiettivo sarà ottenere tre dischi.


base di pan di spagna

Siccome, come ho detto all'inizio del post, mi piacciono le sfide, il mio pds è stato farcito con panna montata e fragole (anche la panna montata è per me un passaggio critico, come d'altronde montare gli albumi a neve ben ferma... è stabilito che ho problemi con il frullino!!!)
Allora uno strato di panna, uno di fragole, ancora panna, ancora fragole e ancora panna... ma la dieta??? ci penseremo lunedì! il tutto coperto con il secondo disco di pds e adesso??? certo con posso presentare la torta finita così... certo che no! 



farcitura con panna montata e fragole

Infatti sempre ieri ho preparato la pasta MMF (marshmellow fondant) che deve riposare per un minimo di 12 ore e con quella ho rivestito il mio pds farcito con panna e fragole!

Ecco qua il risultato, devo dire che la torta è davvero gustosa... beh si vede che io e mio marito ci abbiamo dato dentro a pranzo!


torta ricoperta con pasta MMF e... già mangiata

La decorazione dei dolci con la pasta MMF mi stimola tantissimo e mi piacerebbe davvero frequentare qualche corso per imparare, sul web ho visto delle decorazioni spettacolari, è vero che ci vuole un sacco di tempo e che poi... si mangia in un attimo... ma è talmente creativo!!!

Ecco qua, vi ho raccontato il mio w-e da pasticcera! e voi? cosa preferite cucinare?

Grazie per aver letto fino in fondo!
Silva

martedì 24 maggio 2011

Meeting Nazionale ASI 2011 a Collegno


Sabato e domenica si è tenuto il meeting nazionale ASI, l'associazione di scrapbooking a cui appartengo, certo non potevo mancare visto che era relativamente vicino a casa... Collegno... un paio d'ore di macchina e ora che ho il mio TomTom non mi ferma nessuno! Così sabato mattina, dopo aver caricato Ila e Annaelle a Rescaldina si parte per il nostro weekend scrapposo! Il viaggio è andato benissimo, tratti di autostrada quasi deserti e tante chiacchiere e in un batti baleno eccoci arrivati all'hotel che ospita l'evento. Facciamo subito check-in, lasciamo le valigie in camera, una bella camera spaziosa e pulitissima , poi ci immergiamo finalmente nell'atmosfera del meeting.

Davvero tanti complimenti allo staff organizzativo qui di spalle Fulvia, Michela, Marina, Miky ed Erika


e qui di fronte


ci hanno saputo accogliere, coccolare e divertire sempre con il sorriso sulle labbra e negli occhi...grazie ragazze, immagino il lavoro di mesi e mesi di preparazione, siete state instancabili.

Qui i lavori realizzati pro-Etiopia, Daniela ci ha chiesto se volevamo partecipare con qualche lavoretto e non ci siamo tirate indietro, io ho preparato i due layout che si vedono in primo piano, le foto che ci sono state messe a disposizione per essere scrappate arrivano direttamente al cuore!


Ho preparato anche il layout per la sfida, protagonista mia nipote Elisa, i vincoli erano l'utilizzo dei colori bianco-verde-marrone-turchese, utilizzo di sughero, spago e acrilico


Ed ecco alcuni momenti delle due giornate... 

impegnatissime con il corso di Stefania


la versione scrapposa della fiaba di Capuccetto Rosso per il crop serale...abbiamo troppo riso!!!



... durante il corso di Simona all'improvviso al nostro tavolo è scoppiata la mania dello "scambio del centrino"



non c'è da preoccuparsi... è tutto OK! siamo solo scrappers!!!


i mitici cupcakes di Ila e Annaelle...slurp!


scrappers al lavoro


qui si crea...


pensierini preparati da Roby e Cristina



un giretto tra gli shop


e per finire la foto del gruppo di domenica


Come sempre i meeting sono esplosioni di pura energia, è proprio bello ogni tanto incontrarsi per condividere, senza pensieri, con la voglia di divertirsi, di incontrare vecchie e nuove conoscenze, senza competizioni...(se non per vincere il crop serale!!!) insomma due giornate positive all'ennesima potenza!

Ancora grazie a chi ha reso possibile questo evento e a chi ha scattato le foto che ho rubacchiato in giro sui blog (soprattutto quello di Annaelle).

Silva






mercoledì 11 maggio 2011

Il pollaio CO-CO-CO

Qualche tempo fa, durante il solito incontro mensile di country painters, Nadia, una mia allieva, è arrivata con delle bellissime cards con rappresentate delle simpaticissime galline, l'autrice è Deb Strain che ho scoperto essere una brava disegnatrice di tessuti (qui il suo blog).
Nadia ha voluto riprodurle proprio com'erano sulla card e ne ha fatto una bellissima scatola porta bustine del tè.
Io invece le ho semplificate un pò e ne ho fatto un...bel pollaio... con tanto di rete e paglia!




Che ne dite delle mie amiche nel pollaio??? 

Baci
Silva

martedì 3 maggio 2011

Premi e lavoretti

Per prima cosa voglio ringraziare Mery e Paola per avermi voluto conferire un premio virtuale, sono due persone che stimo molto, apprezzo tantissimo i loro lavori e mi sono sentita davvero onorata di essere stata nei loro pensieri.


Per onorare il premio dovrei raccontarvi 10 cose di me  e nominare altri 10 blog, per me è sempre difficile scegliere i blog da premiare... per cui rimango fedele al mio solito, spezzo la catena e passo il premio a tutte le mie lettrici che, se vorranno, riprenderanno la nomina dei blog da premiare!

Io sono:

 1 - sono solitamente ottimista, diciamo al 90%
 2 - sono fiduciosa nel prossimo, a volte anche troppo e ne pago le conseguenze
 3 - amo i miei animali e per me sono componenti della famiglia a tutti gli effetti
 4 - credo nella forza dell'amore e del pensiero positivo
 5 - sono una buona ascoltatrice, cerco di immedesimarmi e di capire le ragioni degli altri
 6 - mi fido delle mie sensazioni sia riguardo alle persone che alle situazioni... solitamente ci azzecco
 7 - sono una Lost-dipendente e non mi voglio disintossicare
 8 - continuo ad aggiungere blog alla lista dei blog che seguo... e poi non ho tempo di visitarli
 9 - mi sto appassionando alla decorazione delle torte, mi sa che prima o poi mi faccio un corso
10 - sono pigra e non faccio attività sportive, ma invidio molto chi ci riesce

Dopo questa premessa vi mostro gli ultimi lavori fatti per Scissors and Colours e per Hobby di Carta



...che mi stia abbandonando la fase Mississippi Mud e si stia avvicinando la fase Light Buttermilk?

Ora vi saluto e vado a letto a leggere un libro sul mio Ipad.

Un abbraccio
Silva

domenica 1 maggio 2011

Mississippi Mud Pie

Ciao care! Come ben sa chi mi segue, da qualche tempo ho un pò "perso la testa" per il colore Mississippi Mud che trovo molto elegante e versatile. Allora...gironzolando su internet ho scoperto che esiste anche un dolce con questo nome, potevo forse non provarlo???

Allora chi è a dieta e non vuole sgarrare è meglio che stia lontano da questa torta assolutamente goduriosa! Croccante la base e la superficie e morbido l'interno...gnam gnam!


E' un trionfo di cioccolato e...burro! mamma mia ma quanto è calorica??? oh beh resta il fatto che non potevo non provare la ricetta che ho trovato (pare comunque che esistano diverse versioni di questa ricetta tipica degli Stati Uniti del sud) e che ora vi passo, vi dico solo che questa goduria si può servire anche con una bella copertura di panna montata... la panna alleggerisce no???

Ecco qua la ricettina:

Per la base
225 gr. di biscotti secchi di frumento
60   gr. di burro
60   gr. di cioccolato fondente

Per il ripieno



180 gr. di cioccolato fondente tritato




180 gr. di burro
4     uova
180 gr. di zucchero di canna
180 ml. di panna fresca

Lavorazione



Mettere i biscotti nel mixer e tritarli finemente. Mettere il burro e il cioccolato in una ciotola resistente al calore sopra un pentolino a bagnomaria e mescolare dolcemente. Togliere dal fuoco, mescolare e aggiungere i biscotti tritati, quando saranno ben amalgamati trasferire il composto nella tortiera imburrata. Lasciare riposare mentre si prepara il ripieno.
Per preparare il ripieno, mettere il burro e il cioccolato in una ciotola resistente al calore a bagnomaria e far sciogliere mescolando, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
Mettere le uova e lo zucchero in una ciotola capiente e lavorare con le fruste finchè il composto diventa spumoso, poi aggiungere la panna e infine il cioccolato. Riempire la base nella tortiera e cuocere a forno caldo a 180° per circa 40 minuti.


Noi non abbiamo resistito e l'abbiamo assaggiata anche se non si era ancora raffreddata completamente, così stasera potremo dire se è meglio tiepida o fredda! ;-))


Un abbraccio ipercalorico


Silva

p.s. non so come mai c'è mezzo post con un font e mezzo con un altro...misteri del web! 


p.p.s. trovo che sia meglio fredda!!!




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails