martedì 25 giugno 2013

L'aglio: quanto fa bene!

Buongiorno!

Non so a voi, ma a me l'aglio piace tantissimo, nel sugo di pomodoro, sulla bruschetta, negli arrosti, nei "puccini" vari. Oltre ad essere apprezzato in cucina, l'aglio ha anche molte proprietà curative alcune le conoscevo altre le ho scoperte leggendo un libricino dedicato a questa pianta.
Tutto è iniziato chiacchierando con il nostro veterinario mentre ci spiegava come aumentare, con l'estratto di aglio, la copertura dell'Advantix contro le punture delle zanzare. 
Abbiamo così scoperto che l'aglio oltre a ridurre i grassi e gli zuccheri nel sangue, oltre a ridurre i rischi di formazione di trombi, oltre ad abbassare la pressione arteriosa, oltre a combattere i vermi intestinali, oltre ad avere un potere antisettico è anche efficace contro le punture delle zanzare...ma pensa un po'!


Questa semplice pianta ha davvero un sacco di proprietà, addirittura ci sono molte università e centri di ricerca medica che stanno studiando l'aglio quale possibile coadiuvante nella lotta contro alcuni tipi di tumore.

Nel manualetto che vi dicevo prima ("L'aglio" di Red Edizioni) mio marito ha trovato un rimedio tibetano particolarmente utile per disintossicare e rinforzare l'organismo. E' una ricetta trovata nel 1972 in un monastero buddista in Tibet, i componenti sono alcol a 95° e aglio.


Noi l'abbiamo preparata, vi dò la ricetta nel caso vogliate provare anche voi:

- Pulire 350 gr di aglio, tagliarlo a pezzi e macinarlo in un mortaio, aggiungere 200 gr. di alcol a 95°, versare il tutto in un barattolo a chiusura ermetica e lasciarlo al freddo per 10 giorni.
- L'undicesimo giorno filtrare il composto con delle garze e rimettere al freddo per 2 giorni.

Quindi va assunto in 50 gr di latte prima di ogni pasto (colazione-pranzo-cena) seguendo una tabella specifica:

dal 1° al 5° giorno si inizia con una goccia e si aumenta di 1 goccia ogni volta, per cui alla cena del 5° giorno si prenderanno 15 gocce
dal 6° al 10° giorno si fa il contrario, per cui si diminuisce di una goccia ogni volta e alla cena del 10° giorno si prenderà una goccia
Poi l'11° e il 12° giorno si prendono 15-25-25 gocce
Dopo il 12° giorno si prendono 25 gocce tre volte al giorno fino ad esaurimento del composto.

Visto che questo è periodo di punture d'insetti, sappiate che strofinando 1/2 spicchio d'aglio sulla puntura il fastidioso prurito dovrebbe passare.

Ci sarebbero ancora tante cose da dire ma non vorrei annoiare troppo chi ha deciso di leggere fino qui!

Se sperimentate fatemi sapere.

Un abbraccio
Silva

mercoledì 5 giugno 2013

La magia si ripete...

...Bruce Springsteen è tornato a San Siro ed io ero lì!

Questa volta ero convinta...avrei preso il biglietto per il prato insieme a tutti gli altri, non come l'anno scorso! ma niente...anche quest'anno io, mio fratello e mia cognata al 2° anello e tutti gli altri nel prato!


Ecco i miei compagni d'avventura, mio fratello e mia cognata, mentre cerchiamo di ingannare l'attesa...ci aspettiamo il pre show! lo ha fatto a Napoli, lo ha fatto a Padova...lo farà anche a Milano, invece no...uffa siamo un pò delusi ma aspettiamo pazientemente, voci dicono che il concerto inizierà alle 20...no non ci credo...troppo presto! e intanto ci mangiamo qualche ciliegia


d'altronde i concerti di Bruce sono come le ciliegie, uno tira l'altro!!!


Poi all'improvviso... ore 20,15 ricomincia la magia! Springsteen è sul palco, San Siro è incontenibile, l'adrenalina comincia a sentirsi... tutti in piedi...c'è un'energia, una specie di corrente elettrica che ci percorre tutti e si capisce, ci si guarda, ci si sorride, siamo tutti consapevoli che per almeno tre ore verremo trasportati in un'altra dimensione, la dimensione del Boss! lui non vuole essere chiamato così, ma come dobbiamo chiamarlo??? non so... The King magari gli piace di più!
Come sempre per quasi tutto il concerto, tre ore e mezzo ininterrotte, sono in piedi, canto, ballo, applaudo, chi se ne frega se sono una quasi sessantenne...se voglio urlare urlo! E' un crescendo di emozioni nonostante l'acustica che nel punto dove eravamo noi lasciava molto a desiderare! Nella fila davanti a noi ci sono delle persone coetanee di Springsteen, hanno fatto quasi tutto il concerto in piedi a ballare e cantare, dietro di noi una famiglia con un ragazzino di circa 10 anni che gli amici prendevano in giro perché andava a vedere il concerto di "un vecchio", di fianco a me un'altra famiglia con un bimbo di forse 6 anni...che bello! tutti a saltare e ad emozionarsi insieme!


Luci sul pubblico sempre pronto ad interagire con quel piccolo grande uomo sul palco, tre ore e mezzo passano troppo in fretta, è proprio vero che il tempo è relativo!
Quando si sentono le note di Twist and Shout si capisce che siamo arrivati alla fine...una tradizione ormai, ma questa volta il Boss vuole fare un regalo al suo pubblico e ci regala un finale da brivido da solo sul palco, dopo aver congedato tutta la magistrale E Street Band, attacca una magnifica Thunder Road che ci lascia tutti senza fiato! e mentre usciamo dallo stadio sui mega schermi passano le immagini dei 5 concerti di San Siro dal 1985 ad oggi...che nostalgia!


Un'ultima foto presa in giro sul web ma che mi piace un sacco...lo spettacolo di San Siro che accoglie il suo Bruce! 

Mi lascio sempre prendere un pò la mano dopo aver partecipato ad un concerto di Springsteen, ma vi assicuro che è un'esperienza unica!

Un abbraccio
Silva





LinkWithin

Related Posts with Thumbnails